Festival e Frascati

L’obiettivo è lavorare al fine di costruire un sistema di sviluppo “ospitale” che sia in grado di attrarre attività e azioni da realizzare nel nostro territorio: la vicinanza a Roma da un parte e la bellezza del nostro territorio, certamente lo rende un luogo unico e di grande prestigio ove poter realizzare eventi e festival unici.

Da una parte la nostra intenzione e quella di diventare dunque un luogo di grande ospitalità di attività culturali e di festival, dall’altra è quella di realizzare alcune attività uniche e gestite direttamente sotto l’egida del Comune di Frascati.

  • Luogo delle anteprime. Legarsi dunque a realtà già esistenti come, a titolo di esempio, Internazionale a Ferrara, Economia a Trento, Filosofia a Carpi e Modena, Vinitaly a Verona, diventando il collettore di tali eventi e gli ”anticipatori” di ciò che accadrà in tali festival. Una sorta di luogo delle anteprime, sì da sfruttare l’esistente tentando di creare una nuova importante attività.
  • Il Carnevale. Oltre ciò sarà possibile individuare alcune iniziative che possano diventare l’emblema di Frascati. Valorizzare sempre di più il nostro Carnevale, che è una tradizione ormai consolidata della nostra comunità, facendone un simbolo e una ricchezza per Frascati. Piccoli passi ma certamente nella giusta direzione potrebbero portare Frascati a divenire una delle realtà più importanti del Carnevale in Italia.
  • Festival dei vini estinti. Un’attività che vuole porre al centro uno dei prodotti principali delle nostre terre, provando a far emergere tutte quelle produzioni autoctone e rare a rischio estinzione, recuperate con la caparbietà di pochi, al fine di realizzare un’azione di attrazione di buyers, prevalentemente stranieri, incrociando eventi di btob a eventi di promozione del nostro vino quanto del nostro territorio. L’idea è quella di sviluppare la settimana del vino dei castelli romani ricca di iniziative, degustazioni, incontri a tema, visita delle cantine e dei luoghi principali del nostro territorio, spettacoli a tema vino, un concorso per documentari a tema vino, l’avvio di rapporti con territori che hanno recuperato vitigni in via d’estinzione. Questa attività potrebbe essere realizzata in concomitanza con la Festa degli artisti di strada che abbiamo intenzione di realizzare nel medesimo periodo.
  • Rappresentazione nazionale delle bande musicali. L’idea è quella di creare una grande azione di dialogo con alcuni dei principali comuni italiani che possiedono una propria banda musicale di paese e costruire un’importante azione di promozione dell’attività bandistica con un concorso che non sia alternativo all’attività svolta dal Comune di Giulianova in Abruzzo ma che provi a completare le loro azioni e si rivolga ad un pubblico differente.
  • Festival dello street food. Un trend sempre crescente di attenzione mediatica è oramai rivolto al cibo di strada, divenuto vera tendenza di qualità. Ogni territorio possiede un cibo tipico da mangiare camminando. L’idea è quella di avviare un percorso di emersione di tutte le tradizioni italiane, ospitando un festival che possa portare a Frascati gusto e tanta Italia.
  • Chioma di Berenice. Il Premio per le arti del cinema, organizzato ogni anno dalla CNA a Roma in occasione della Festa del Cinema di Roma, potrebbe essere ospitato dal nostro territorio. I migliori costumisti, scenografi, truccatori, sono passati per tale premio che ha sempre avuto grande seguito e importanti personalità a rappresentarlo. Si avvierà un dialogo con gli organizzatori per realizzarlo a Frascati negli anni a venire.
  • Festival internazionale di musica corale di Roma. Considerando la vicinanza a Roma, ove si organizza tale attività, in accordo con il Vaticano, sarebbe pensabile ampliare le tre giornate di Festival, candidando Frascati a ospitarne una intera nelle proprie Chiese.

Certamente altre azioni sono pensabili quanto realizzabili, l’importante è provare ad invertire il paradigma per cui il Comune investe risorsa ma non gestisce l’attività o non la monitora. La nostra volontà è quella di co-progettare azioni insieme ad associazioni e strutture private, indivuare patrocini e partnership, risorse, e trasformare tali attività a sfondo culturale in azioni di promozione del territorio e un determinato potenziale di ritorno economico.