I migranti sono disagiati non criminali

Con una lettera aperta indirizzata al Commissario Straordinario dr. Strati, l’ex consigliere comunale Mirko Fiasco propone la costituzione di un tavolo di concertazione con le forze dell’ordine e la polizia locale per affrontare il tema dell’accattonaggio esercitato da immigrati nel centro cittadino.

Si apprende dal giornale on-line “ilmamilio.it” che il Commissario abbia intenzione di intervenire con una ordinanza di ordine pubblico.

Considerare persone, probabilmente sradicate dalle loro origini e in fuga da condizioni insopportabili, che chiedono l’elemosina come pericolosi sovvertitori dell’ordine pubblico è mistificazione della realtà.

Non risulta che costoro si siano resi responsabili di gesti gravi da reclamare un intervento di polizia.

Altri sono, infatti, nella nostra città, responsabili di:

  • reati contro il patrimonio pubblico e privato,
  • atti di vandalismo,
  • infrazione di regolamenti e disciplinari,
  • disturbo seriale notturno.

L’accattonaggio è una evidente manifestazione di disagio sociale che non può e non deve risolversi con la repressione, ma che richiede bensì attenzione ai reali bisogni materiali, relazionali e affettivi di questi nostri fratelli.

A Frascati non mancano risorse istituzionali, del terzo settore e del volontariato laico e religioso per alleviare il disagio e indirizzare ai servizi di facile accesso già presenti in città.

A Mirko Fiasco suggeriamo una più coerente adesione all’insegnamento e alle prassi esemplari che Papa Francesco propone in questa nostra società diseguale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *