La Politica come Servizio

C’è la politica intesa come richiesta del consenso a scadenze più o meno regolari, sulla base di una promessa elettorale. Esiste, però, anche un’altra Politica, quella che si può fare aldilà delle cariche elettive, quella che si fa per migliorare il luogo e la Comunità in cui si vive, quella che si fa mettendo a fattor comune competenze ed idee anche senza che questo implichi la richiesta del voto.

Il prossimo 14 aprile scade il secondo bando europeo della Urban Innovative Actions, iniziativa della Commissione Europea, dotata di un fondo di 372 milioni di euro per il periodo 2014-2020. (http://www.uia-initiative.eu/en/about-us/what-urban-innovative-actions)

Il bando in scadenza ha una dotazione di 50 milioni di euro per finanziare progetti innovativi in tre aree tematiche: mobilità urbana, economia circolare ed integrazione dei migranti. Può partecipare al bando un gruppo di Amministrazioni con una popolazione totale di almeno 50 mila abitanti (http://www.uia-initiative.eu/en/about-us/what-urban-innovative-actions). La UIA finanzia fin all’80% progetti per un budget massimo di 5 milioni per progetto.

Non sappiamo se la nostra Amministrazione abbia già iniziato il percorso per partecipare al bando; in ogni caso, però, siamo sicuri che la nostra Comunità esprime capacità e competenze che ci permetterebbero di presentare un buon progetto.

Noi abbiamo pensato che nell’ambito della mobilità sostenibile si potrebbe riprendere il progetto della Metropolitana Leggera ai Castelli Romani dell’Associazione Sviluppo Castelli Romani, già presentato qualche anno fa al concorso Casting delle Idee dal Prof. Stefano Gori del Dip. Di Ingegneria dei Trasporti dell’Università di Roma Tre, e che ad oggi dovrebbe essere chiuso in qualche cassetto della Regione Lazio.

Sono ovviamente benvenute altre idee/progetti da mettere a confronto e scegliere quella con migliore probabilità di riuscita.

In questa iniziativa, non ci sono differenze da rimarcare né voti da conquistare, non ci sono incapacità da denunciare, c’è solo da lavorare per un obiettivo comune.

Nel concreto, chiediamo all’Amministrazione:
Di darci l’opportunità di poter presentare la proposta ai cittadini in una sede pubblica comunale
di verificare la possibilità di partecipare al bando (insieme con altri comuni dei Castelli romani)
di facilitare la partecipazione attiva dei Cittadini alla presentazione del progetto.
Proponiamo, invece, ai gruppi politici, alle associazioni ai movimenti di lavorare insieme per proporre idee innovative per supportare l’Amministrazione a partecipare al Bando”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *